Cubafacile -  Il Forum di Cuba e della sua gente
Facebook
Twitter
Gplus
RSS

IL LUOGO DOVE SI PARLA DI CUBA E LA SUA GENTE
 

Berto Savina e le sue attività a Cuba



 
Nuovo argomento   Rispondi    Cubafacile - Il Forum di Cuba e della sua gente -> Tematiche generali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
cocoloco



Registrato: 30/09/06 03:26
Messaggi: 86141

MessaggioInviato: Sab 10 Giu 2017 - 12:45     Oggetto: Berto Savina e le sue attività a Cuba Rispondi citando

Pubblicato da ASTON VILLA

L'altro giorno, come ho gia' scritto, M&S CASA PARTICULAR CUBA e' stata contattata da un pezzo grosso del Rotary, ex direttore dello scalo di Fiumicino.
Voleva che ci occupassimo di organizzargli la vacanza trovando le case de renta per lui e la moglie.
Ci ha anche informato che il Rotary a Cuba non solo esiste, ma che fra i fondatori, decenni fa, ci fu' proprio la famiglia Castro.
Non si finisce mai di imparare....
Siamo, come M&S CASA PARTICULAR CUBA, stati contattati dal tipo su segnalazione di Bartolomeo Savina.
A destra del post, fra le attivita' che ho il piacere di ospitare c'e' ITALSAV, un azienda che si occupa di diverse cose fra cui l'importazione in Italia del Rhum Caney e l'apertura a Cuba di una catena di negozi Agua y Jabon, l'equivalente cubano dei nostri Acqua e Sapone.
Se entrate nel sito Italsav c'e' il link che conduce alle attivita' di questa azienda.
A Cuba sono gia' stati aperti diversi negozi di questa catena, 3 solo a La Habana.
Non ho mancato di ringraziare Berto Savina per averci segnalati, nella sua mail di risposta mi annunciava che a agosto o settembre aprira' un negozio di questa catena proprio a Las Tunas.
Precisamente all'interno della tienda Camagueyana.
Suppongo che tutti sarete, in Italia, entrati almeno una volta in un negozio Acqua e Sapone; si vendono prodotti per la pulizia della casa, shampoo, balsami, creme e cose simili di differenti marche ad un prezzo assolutamente ragionevole.
Sicuramente a La Habana ci sono negozi simili, ma a Tunas sarebbe una novita' assoluta.
Sopratutto se gestito da non cubani o comunque non statali.
Fino ad oggi il fenomeno del cuentapropista ha toccato svariati settori.
Una buona parte dei ristoranti o dei locali serali sono gestiti direttamente o indirettamente da stranieri.
I cubani hanno aperto barberie, parrucchiere, negozi dove si vendono prodotti artgianali, alcuni garage sono stati adibiti a negozi di scarpe, sempre artigianali, ecc....
Pero', almeno a Tunas, un negozio non statale che venda prodotti di importazione e' una novita' assoluta.
Berto mi ha invitato, la prima volta che entrambi saremo a La habana ad andarlo a trovare nel suo ufficio a Miramar, in quel caso mi piacerebbe chiedergli come si e' mosso per arrivare a tanto.
Sono cose che non si chiedono via mail.
La mia curiosita' consiste nel sapere se, l'azienda che ha creato e che opera a Cuba in questo settore, sia soltanto straniera o se, per poter operare abbia dovuto accettare la partecipazione, a diverso titolo e con diversa percentuale, dell'ingombrante stato cubano.
Mentre tutto cio' che e' legato alla gastronomia utilizza prodotti locali o comunque reperibili in loco, qua' parliamo di prodotti che non soltanto arrivano dall'exterior ma che, palesemente, fanno concorrenza ai prodotti in vendita nelle tiendas cubane e nei loro supermercati.
Sappiamo bene quanto siano protezionisti sotto questo punto di vista.
Ovviamente parliamo di creare dei posti di lavoro per manodopera cubana, sarebbe interessante sapere se, per l'assunzione di questo personale, abbia potuto agire a mano libera oppure sia dovuto passare dalle forche caudine degli enti statali preposti a questa bisogna.
Il salario lo ha stabilito lui o lo stato?
Viene pagato solo il lavoratore o una parte di salario prende le vie governative?
Certo, da lustri, a Tunas c'e' un negozio Adidas ma questa azienda opera, in barba ad ogni bloqueo, a Cuba dalla notte dei tempi, sponsorizzando olimpiade dopo olimpiade le varie nazionali caraibiche.
Quindi sicuramente ha avuto un trattamento di riguardo ma qua' stiamo parlando di un qualcosa di diverso, di nuovo.
Tutto cio' che porta in citta' progresso e' benvenuto, ma le domande sono parecchie cosi' come lo e' la curiosita'.
_________________
IL PIACERE DI INFORMARE, DI INFORMARSI, DI CONDIVIDERE
CUBAFACILE.COM
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato MSN
cocoloco



Registrato: 30/09/06 03:26
Messaggi: 86141

MessaggioInviato: Sab 10 Giu 2017 - 12:49     Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Pubblicato da ASTON VILLA

L'altro giorno, come ho gia' scritto, M&S CASA PARTICULAR CUBA e' stata contattata da un pezzo grosso del Rotary, ex direttore dello scalo di Fiumicino.
Voleva che ci occupassimo di organizzargli la vacanza trovando le case de renta per lui e la moglie.
Ci ha anche informato che il Rotary a Cuba non solo esiste, ma che fra i fondatori, decenni fa, ci fu' proprio la famiglia Castro.
Non si finisce mai di imparare....
Siamo, come M&S CASA PARTICULAR CUBA, stati contattati dal tipo su segnalazione di Bartolomeo Savina.
A destra del post, fra le attivita' che ho il piacere di ospitare c'e' ITALSAV, un azienda che si occupa di diverse cose fra cui l'importazione in Italia del Rhum Caney e l'apertura a Cuba di una catena di negozi Agua y Jabon, l'equivalente cubano dei nostri Acqua e Sapone.
Se entrate nel sito Italsav c'e' il link che conduce alle attivita' di questa azienda.
A Cuba sono gia' stati aperti diversi negozi di questa catena, 3 solo a La Habana.
Non ho mancato di ringraziare Berto Savina per averci segnalati, nella sua mail di risposta mi annunciava che a agosto o settembre aprira' un negozio di questa catena proprio a Las Tunas.
Precisamente all'interno della tienda Camagueyana.
Suppongo che tutti sarete, in Italia, entrati almeno una volta in un negozio Acqua e Sapone; si vendono prodotti per la pulizia della casa, shampoo, balsami, creme e cose simili di differenti marche ad un prezzo assolutamente ragionevole.
Sicuramente a La Habana ci sono negozi simili, ma a Tunas sarebbe una novita' assoluta.
Sopratutto se gestito da non cubani o comunque non statali.

Fino ad oggi il fenomeno del cuentapropista ha toccato svariati settori.
Una buona parte dei ristoranti o dei locali serali sono gestiti direttamente o indirettamente da stranieri.
I cubani hanno aperto barberie, parrucchiere, negozi dove si vendono prodotti artgianali, alcuni garage sono stati adibiti a negozi di scarpe, sempre artigianali, ecc....
Pero', almeno a Tunas, un negozio non statale che venda prodotti di importazione e' una novita' assoluta.
Berto mi ha invitato, la prima volta che entrambi saremo a La habana ad andarlo a trovare nel suo ufficio a Miramar, in quel caso mi piacerebbe chiedergli come si e' mosso per arrivare a tanto.
Sono cose che non si chiedono via mail.
La mia curiosita' consiste nel sapere se, l'azienda che ha creato e che opera a Cuba in questo settore, sia soltanto straniera o se, per poter operare abbia dovuto accettare la partecipazione, a diverso titolo e con diversa percentuale, dell'ingombrante stato cubano.
Mentre tutto cio' che e' legato alla gastronomia utilizza prodotti locali o comunque reperibili in loco, qua' parliamo di prodotti che non soltanto arrivano dall'exterior ma che, palesemente, fanno concorrenza ai prodotti in vendita nelle tiendas cubane e nei loro supermercati.
Sappiamo bene quanto siano protezionisti sotto questo punto di vista.
Ovviamente parliamo di creare dei posti di lavoro per manodopera cubana, sarebbe interessante sapere se, per l'assunzione di questo personale, abbia potuto agire a mano libera oppure sia dovuto passare dalle forche caudine degli enti statali preposti a questa bisogna.
Il salario lo ha stabilito lui o lo stato?
Viene pagato solo il lavoratore o una parte di salario prende le vie governative?

Certo, da lustri, a Tunas c'e' un negozio Adidas ma questa azienda opera, in barba ad ogni bloqueo, a Cuba dalla notte dei tempi, sponsorizzando olimpiade dopo olimpiade le varie nazionali caraibiche.
Quindi sicuramente ha avuto un trattamento di riguardo ma qua' stiamo parlando di un qualcosa di diverso, di nuovo.
Tutto cio' che porta in citta' progresso e' benvenuto, ma le domande sono parecchie cosi' come lo e' la curiosita'.


Milco, nel forum ci sono varie discussioni (alcune molto calde tra Seba e Fabricuba) sul Sig. Savina e le sue attività a Cuba

Si va dalle vetrine con il braccetto meccanico con il quale si cerca di acchiappare un pupazzetto (ce n'era una anche nel vecchio Cupet di Las Tunas)...ai peluches, ai "todo x uno", agli "agua y jabon"

NON credo proprio che queste attività siano (o siano state) gestite in condizioni diverse da quelle statali, quindi nessun negozio privato

Di certo il Sig Savina é ben introdotto in varie corporazioni cubane e gode di buone amicizie OK Non é certo da tutti poter vantare foto insieme a Fidel Castro Smile
_________________
IL PIACERE DI INFORMARE, DI INFORMARSI, DI CONDIVIDERE
CUBAFACILE.COM
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Cubafacile - Il Forum di Cuba e della sua gente -> Tematiche generali Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi