Cubafacile -  Il Forum di Cuba e della sua gente
Facebook
Twitter
Gplus
RSS

IL LUOGO DOVE SI PARLA DI CUBA E LA SUA GENTE
 

Guanabo, sarà proprio cosí...?



 
Nuovo argomento   Rispondi    Cubafacile - Il Forum di Cuba e della sua gente -> Tematiche generali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
cocoloco



Registrato: 30/09/06 03:26
Messaggi: 86141

MessaggioInviato: Mar 20 Feb 2018 - 8:57     Oggetto: Guanabo, sarà proprio cosí...? Rispondi citando

Guanabo: “Será tan caro como Varadero”
Tras el aparente desinterés del Gobierno se escondería una maniobra para ahuyentar a los habitantes y luego invertir

Lunes, febrero 19, 2018 | Ernesto Pérez Chang

Apenas el huracán Irma abandonaba suelo cubano cuando ya las brigadas de reconstrucción, por orden del gobierno, marchaban hacia los principales enclaves turísticos con el fin de tener listas las instalaciones hoteleras para la actual temporada alta.

Contrario a lo publicado en los medios de prensa oficialistas acerca del rescate entregado a los damnificados, lo que sucedía a la vista de todos era indicativo de que no importaban los costos de las inversiones para el turismo, aun cuando estos se tradujeran en afectaciones para una población ya de por sí empobrecida y que, tras el paso del meteoro, quedó situada más allá del borde de la miseria. Para el régimen, el turismo está primero.

Ni siquiera la importación y producción insuficientes de materiales para la construcción, su urgente demanda por las miles de familias que, tan solo en la capital, aún permanecen a la espera de ayuda, detuvo las obras destinadas al turismo, incluso aquellas que no necesariamente debían ser entregadas a principios de 2018, como las realizadas por el grupo CIMEX en el Mercado de Cuatro Caminos o en la gasolinera de 23 y Malecón, por recordar solo dos.

Si hoy los informes indican que ha sido recuperada la totalidad de las estructuras y áreas destinadas al turismo internacional dañadas por el huracán y que incluso se continúa con el plan de ejecución de nuevas obras, por otra parte ocultan lo que ha sucedido con aquellos lugares que, por necesidad más que por tradición, han sido el destino vacacional de los cubanos que no cuentan con recursos suficientes para viajar a Cayo Coco o Varadero.

Las playas del Este de La Habana, y en especial el pueblo de Guanabo, debido al abandono sostenido, pudiera ser un ejemplo del poco interés que prestan las autoridades de gobierno a aquellos lugares donde el componente poblacional mayoritario no son extranjeros sino personas humildes.

Sin embargo, aunque el deterioro es alarmante, se sospecha que tras el aparente desinterés institucional se oculta una maniobra que busca ahuyentar poco a poco a los habitantes de las zonas más cercanas a la duna para posteriormente comenzar la ejecución de proyectos encaminados a fomentar el incremento de vacacionistas extranjeros.

La estrategia de no otorgar nuevas licencias de reparación a aquellos propietarios cuyas viviendas cercanas al mar fueron destruidas o declaradas inhabitables, aun cuando cuenten con los recursos para acometer las labores, tiene como objetivo despoblar el área paulatinamente bajo el pretexto de recuperar la duna.

No obstante, pobladores de la zona denominada Playa Veneciana, en las cercanías de Guanabo, tradicionalmente explotada para fines de extracción petrolera y como coto de recreo de las Fuerzas Armadas, afirman que el lugar es visitado constantemente por grupos de proyectistas e ingenieros civiles y que se habla de construir un campo de golf asociado a un gran complejo inmobiliario con capital chino.

“Si lo que buscan es recuperar la duna entonces ¿por qué han llevado las tuberías de gas y agua hasta allí?”, se preguntan con razón varios de los pobladores obligados a abandonar el lugar.

Hacia el centro del poblado de Guanabo sucede algo similar. Cada día aumentan las edificaciones en ruinas y quedan muy pocos tramos de playa aptos para el baño. Aunque es un asunto que durante los últimos años ha levantado protestas entre visitantes y pobladores, no ha habido más respuesta de las instancias de gobierno que aumentar, mediante regulaciones locales y desidia, las presiones de todo tipo para acelerar la despoblación.


Los desperdicios se acumulan en donde antes hubo arena, apenas quedan lugares donde sentarse a la sombra. Todo está lleno de piedras, cristales rotos y el paisaje es deplorable.

“Hay lugares que ya no reciben agua. Dicen que el sistema de acueducto está muy deteriorado y que hay problemas con la sequía, pero no dejan de enterrar tuberías en la Veneciana”, protesta Gladys, residente en Guanabo.

Su casa, como muchas otras, está considerada en peligro de derrumbe pero ella se resiste a abandonarla. Sabe cómo funcionan las cosas y apenas se aleje del lugar, posiblemente el terreno será adquirido por algún extranjero o cubano con dinero suficiente para obtener, mediante soborno, un permiso de construcción.

“Es lo que pasará. Ahora Guanabo está así pero si la gente se sigue yendo y los extranjeros comprando, en unos años será tan caro como Varadero. Dejará de ser la barranca de todos”, pronostica Gladys.

Su vaticinio no es desacertado. El proyecto de desarrollo económico del gobierno cubano, enfocado en la atracción de capital foráneo en detrimento de la iniciativa de los emprendedores cubanos, establece nuevas categorías sociales donde el ciudadano de a pie queda anulado, marginado, así como sus espacios de participación se reducen en favor de los ingresos externos.

Para el no muy lejano año 2030, según se continúa anunciando en las carteras de oportunidades para la inversión, publicadas por el gobierno cubano, se espera que el litoral norte de La Habana quede transformado en un conglomerado de negocios inmobiliarios, ninguno destinado al disfrute pleno del ciudadano cubano.


https://www.cubanet.org/destacados/guanabo-la-barranca-de-todos-la-del-olvido/
_________________
IL PIACERE DI INFORMARE, DI INFORMARSI, DI CONDIVIDERE
CUBAFACILE.COM
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato MSN
cocoloco



Registrato: 30/09/06 03:26
Messaggi: 86141

MessaggioInviato: Mar 20 Feb 2018 - 9:07     Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Las playas del Este de La Habana, y en especial el pueblo de Guanabo, debido al abandono sostenido, pudiera ser un ejemplo del poco interés que prestan las autoridades de gobierno a aquellos lugares donde el componente poblacional mayoritario no son extranjeros sino personas humildes.

Sin embargo, aunque el deterioro es alarmante, se sospecha que tras el aparente desinterés institucional se oculta una maniobra que busca ahuyentar poco a poco a los habitantes de las zonas más cercanas a la duna para posteriormente comenzar la ejecución de proyectos encaminados a fomentar el incremento de vacacionistas extranjeros.

La estrategia de no otorgar nuevas licencias de reparación a aquellos propietarios cuyas viviendas cercanas al mar fueron destruidas o declaradas inhabitables, aun cuando cuenten con los recursos para acometer las labores, tiene como objetivo despoblar el área paulatinamente bajo el pretexto de recuperar la duna.

No obstante, pobladores de la zona denominada Playa Veneciana, en las cercanías de Guanabo, tradicionalmente explotada para fines de extracción petrolera y como coto de recreo de las Fuerzas Armadas, afirman que el lugar es visitado constantemente por grupos de proyectistas e ingenieros civiles y que se habla de construir un campo de golf asociado a un gran complejo inmobiliario con capital chino.

Hacia el centro del poblado de Guanabo sucede algo similar. Cada día aumentan las edificaciones en ruinas y quedan muy pocos tramos de playa aptos para el baño

Los desperdicios se acumulan en donde antes hubo arena, apenas quedan lugares donde sentarse a la sombra. Todo está lleno de piedras, cristales rotos y el paisaje es deplorable. Hay lugares que ya no reciben agua

Gladys, residente en Guanabo.

Su casa, como muchas otras, está considerada en peligro de derrumbe pero ella se resiste a abandonarla. Sabe cómo funcionan las cosas y apenas se aleje del lugar, posiblemente el terreno será adquirido por algún extranjero o cubano con dinero suficiente para obtener, mediante soborno, un permiso de construcción.

“Es lo que pasará. Ahora Guanabo está así pero si la gente se sigue yendo y los extranjeros comprando, en unos años será tan caro como Varadero



TA

Le spiagge dell'est Avana, e in particolare di Guanabo, a causa del prolungato abbandono, potrebbero essere un esempio del poco interesse che le autorità governative prestano a quei luoghi in cui la componente della maggioranza della popolazione non sono gli stranieri, ma le persone umili.

Tuttavia, anche se il deterioramento è allarmante, si sospetta che dietro l'apparente disinteresse istituzionale si nasconda una manovra che cerca di spaventare a poco a poco gli abitanti delle aree più vicine alla duna e quindi di iniziare l'esecuzione di progetti volti a favorire l'aumento di turisti stranieri.

La strategia di non concedere nuove licenze di riparazione a quei proprietari le cui case vicino al mare sono state distrutte o dichiarate inabitabili, anche quando hanno le risorse per intraprendere il lavoro, ha l'obiettivo di spopolare gradualmente l'area con il pretesto di recuperare la duna.

Tuttavia, i residenti della zona chiamata Playa Veneciana, nelle vicinanze di Guanabo, tradizionalmente sfruttata per l'estrazione del petrolio e come area ricreativa delle Forze Armate, affermano che il luogo è costantemente visitato da gruppi di progettisti e ingegneri civili e che Si parla di costruire un campo da golf associato a un grande complesso immobiliare con capitale cinese.

Verso il centro della città di Guanabo succede qualcosa di simile. Ogni giorno aumentano gli edifici in rovina e ci sono pochissimi tratti di spiaggia adatti al nuoto

I rifiuti si accumulano dove prima c'era sabbia, non ci sono quasi posti dove sedersi all'ombra. Tutto è pieno di pietre, vetri rotti e il paesaggio è deplorevole. Ci sono luoghi che non ricevono più acqua

Gladys, residente a Guanabo....La sua casa, come molte altre, è considerata in pericolo di collasso ma è riluttante ad abbandonarla. Sa come funzionano le cose e non appena si allontana dal posto, forse la terra sarà acquisita da uno straniero o cubano con abbastanza soldi per ottenere, attraverso la corruzione, un permesso di costruzione.

"È quello che accadrà. Ora Guanabo è così ma se la gente continua ad andare e gli stranieri comprano, tra qualche anno sarà costoso come Varadero
_________________
IL PIACERE DI INFORMARE, DI INFORMARSI, DI CONDIVIDERE
CUBAFACILE.COM
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato MSN
cocoloco



Registrato: 30/09/06 03:26
Messaggi: 86141

MessaggioInviato: Mar 20 Feb 2018 - 9:11     Oggetto: Rispondi citando

l'articolo mi sembra cmq pieno di contraddizioni... voi che ne pensate? Rolling Eyes
_________________
IL PIACERE DI INFORMARE, DI INFORMARSI, DI CONDIVIDERE
CUBAFACILE.COM
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato MSN
cocoloco



Registrato: 30/09/06 03:26
Messaggi: 86141

MessaggioInviato: Mar 20 Feb 2018 - 10:23     Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
i residenti della zona chiamata Playa Veneciana, nelle vicinanze di Guanabo, affermano che il luogo è costantemente visitato da gruppi di progettisti e ingegneri civili e che si parla di costruire un campo da golf associato a un grande complesso immobiliare con capitale cinese



E' da molto che non vado da quelle parti. Lustri fa ci si andava solo per comprare il pesce dai pescatori locali. Non c'era niente, adesso credo che non ci sia molto di piú... neanche lo spazio per costruirci un (altro) campo da golf Shocked Confused


e poi... se veramente in quel posto si facesse un "grande complesso immobiliare"... non sarebbe super-positivo anche per Guanabo ed altre zone limitrofe?


Playa Veneciana tiene una extensión de 0.8 km, colinda al Oeste con la Playa de Guanabo con la cual se comunica a través de un puente.
Por el lado Este limita con el Reparto Brisas del Mar.

_________________
IL PIACERE DI INFORMARE, DI INFORMARSI, DI CONDIVIDERE
CUBAFACILE.COM
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato MSN
mandrak79



Registrato: 28/04/17 02:02
Messaggi: 545

MessaggioInviato: Mar 20 Feb 2018 - 15:00     Oggetto: Rispondi citando

E se il blocco delle ristrutturazioni delle case fosse legato al piano di intervento per la protezione dell'innalzamento del livello del mare che ultimissimi dati danno una cifra molto superiore allo stimato progressivo..... si parla di oltre 70cm entro 2100 . Rolling Eyes Shocked
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato
cocoloco



Registrato: 30/09/06 03:26
Messaggi: 86141

MessaggioInviato: Mar 20 Feb 2018 - 15:17     Oggetto: Rispondi citando

mandrak79 ha scritto:
E se il blocco delle ristrutturazioni delle case fosse legato al piano di intervento per la protezione dell'innalzamento del livello del mare che ultimissimi dati danno una cifra molto superiore allo stimato progressivo..... si parla di oltre 70cm entro 2100 . Rolling Eyes Shocked


OK


...ovviamente non riguarda le costruzioni che si trovano alla giusta distanza dal mare

cmq é solo uno dei curio$i aspetti dell'articolo del periodi$ta


Citazione:
Las playas del Este de La Habana, y en especial el pueblo de Guanabo, debido al abandono sostenido, pudiera ser un ejemplo del poco interés que prestan las autoridades de gobierno a aquellos lugares donde el componente poblacional mayoritario no son extranjeros sino personas humildes.

Sin embargo, aunque el deterioro es alarmante, se sospecha que tras el aparente desinterés institucional se oculta una maniobra que busca ahuyentar poco a poco a los habitantes de las zonas más cercanas a la duna para posteriormente comenzar la ejecución de proyectos encaminados a fomentar el incremento de vacacionistas extranjeros.

Ahora Guanabo está así pero si la gente se sigue yendo y los extranjeros comprando


Da quel che so mi pare che le spiagge dell'est Habana, Guanabo compresa, sono probabilmente quelle dove gli stranieri hanno maggiormente investito sull'isola

I cubanos humildes non dovrebbero lamentarsene... soprattutto quelli che sono riusciti a vendergli case che presto sarebbero state demolite dal mare o dalle autorità

Bhaa.... uno soliti articoli di CagaNet Cool Twisted Evil Razz
_________________
IL PIACERE DI INFORMARE, DI INFORMARSI, DI CONDIVIDERE
CUBAFACILE.COM
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato MSN
gugumarino



Registrato: 01/10/06 14:44
Messaggi: 1634
Residenza: RIMINI

MessaggioInviato: Mar 20 Feb 2018 - 21:09     Oggetto: Rispondi citando

il discorso guanabo non è tanto semplice, uno perche tutt'ora è pieno di mignotte e con tutti gli stranieri con la coda arrossata,anche se i tempi son cambiati,ancora si incassa molti fulas,
un'altro problema e non piccolo è la vicinanza all'acqua delle case
costruire li vicino sarebbe darsi una martella nei maroni tra 50 anni,
e se ci facciamo caso salendo anche verso la seconda cuadra tutto sale tremenda loma e costruiere alberghi o catene di alberghi.....la vedo dura almeno li nelle vicinanze,costruendo all'altezza della collina sarebbe l'ideale (sulle ceneri del Bellomonte social club) ma poi rimane il problema che sendendo ci sono ancora le mignotte. mah
_________________
http://cubaguanaboedintorni.blogspot.com/
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
cocoloco



Registrato: 30/09/06 03:26
Messaggi: 86141

MessaggioInviato: Mer 21 Feb 2018 - 11:33     Oggetto: Rispondi citando

ciao gugone, aspettavo il tuo commento in quanto esperto veterano di Guanabo OK

gugumarino ha scritto:
il discorso guanabo non è tanto semplice, uno perche tutt'ora è pieno di mignotte e con tutti gli stranieri con la coda arrossata,anche se i tempi son cambiati,ancora si incassa molti fulas,


Bella l'immagine della "coda arrossata"

peró niente di comparabile con quello che succedeva alla metà degli anni '90. Roba da non credere Razz

Citazione:
un'altro problema e non piccolo è la vicinanza all'acqua delle case
costruire li vicino sarebbe darsi una martella nei maroni tra 50 anni,
e se ci facciamo caso salendo anche verso la seconda cuadra tutto sale tremenda loma e costruiere alberghi o catene di alberghi.....la vedo dura almeno li nelle vicinanze,costruendo all'altezza della collina sarebbe l'ideale (sulle ceneri del Bellomonte social club) ma poi rimane il problema che sendendo ci sono ancora le mignotte. mah


io vorrei capire... gli STRANIERI fanno ancora comodo o solo un certo tipo?
Quelli (tanti) che comprano case in quella zona fanno comodo? Quelli che potrebbero andare negli hotel (esistenti o futuri) fanno piú o meno comodo?

A me sfugge proprio il senso dell'articolo, anzi, per certi versi lo trovo contraddittorio Cool
_________________
IL PIACERE DI INFORMARE, DI INFORMARSI, DI CONDIVIDERE
CUBAFACILE.COM
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato MSN
gugumarino



Registrato: 01/10/06 14:44
Messaggi: 1634
Residenza: RIMINI

MessaggioInviato: Gio 22 Feb 2018 - 23:18     Oggetto: Rispondi citando

cocoloco ha scritto:
ciao gugone, aspettavo il tuo commento in quanto esperto veterano di Guanabo OK

gugumarino ha scritto:
il discorso guanabo non è tanto semplice, uno perche tutt'ora è pieno di mignotte e con tutti gli stranieri con la coda arrossata,anche se i tempi son cambiati,ancora si incassa molti fulas,


Bella l'immagine della "coda arrossata"

peró niente di comparabile con quello che succedeva alla metà degli anni '90. Roba da non credere Razz

Citazione:
un'altro problema e non piccolo è la vicinanza all'acqua delle case
costruire li vicino sarebbe darsi una martella nei maroni tra 50 anni,
e se ci facciamo caso salendo anche verso la seconda cuadra tutto sale tremenda loma e costruiere alberghi o catene di alberghi.....la vedo dura almeno li nelle vicinanze,costruendo all'altezza della collina sarebbe l'ideale (sulle ceneri del Bellomonte social club) ma poi rimane il problema che sendendo ci sono ancora le mignotte. mah


io vorrei capire... gli STRANIERI fanno ancora comodo o solo un certo tipo?
Quelli (tanti) che comprano case in quella zona fanno comodo? Quelli che potrebbero andare negli hotel (esistenti o futuri) fanno piú o meno comodo?

A me sfugge proprio il senso dell'articolo, anzi, per certi versi lo trovo contraddittorio Cool


saro' molto breve e diretto. a guanabo gira il fula,anche se gli anni d'oro sono un ricordo.
i turisti fanno comodo per ora,finche non punteranno forte a far arrivare turisti in quella zona.
fa anche comodo prchè moltissimi cubani in estate vanno li per le vacanze,tutt'ora funzionano e molto le case vacanza per i lavoratori statali.
gli unici turisti che danno fastidio e negli ultimi anni sono anche mal visti sapete tutti chi sono.
ciao raga.
_________________
http://cubaguanaboedintorni.blogspot.com/
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
cocoloco



Registrato: 30/09/06 03:26
Messaggi: 86141

MessaggioInviato: Ven 23 Feb 2018 - 14:41     Oggetto: Rispondi citando

gugumarino ha scritto:
cocoloco ha scritto:
ciao gugone, aspettavo il tuo commento in quanto esperto veterano di Guanabo OK

gugumarino ha scritto:
il discorso guanabo non è tanto semplice, uno perche tutt'ora è pieno di mignotte e con tutti gli stranieri con la coda arrossata,anche se i tempi son cambiati,ancora si incassa molti fulas,


Bella l'immagine della "coda arrossata"

peró niente di comparabile con quello che succedeva alla metà degli anni '90. Roba da non credere Razz

Citazione:
un'altro problema e non piccolo è la vicinanza all'acqua delle case
costruire li vicino sarebbe darsi una martella nei maroni tra 50 anni,
e se ci facciamo caso salendo anche verso la seconda cuadra tutto sale tremenda loma e costruiere alberghi o catene di alberghi.....la vedo dura almeno li nelle vicinanze,costruendo all'altezza della collina sarebbe l'ideale (sulle ceneri del Bellomonte social club) ma poi rimane il problema che sendendo ci sono ancora le mignotte. mah


io vorrei capire... gli STRANIERI fanno ancora comodo o solo un certo tipo?
Quelli (tanti) che comprano case in quella zona fanno comodo? Quelli che potrebbero andare negli hotel (esistenti o futuri) fanno piú o meno comodo?

A me sfugge proprio il senso dell'articolo, anzi, per certi versi lo trovo contraddittorio Cool


saro' molto breve e diretto. a guanabo gira il fula,anche se gli anni d'oro sono un ricordo.
i turisti fanno comodo per ora,finche non punteranno forte a far arrivare turisti in quella zona.
fa anche comodo prchè moltissimi cubani in estate vanno li per le vacanze,tutt'ora funzionano e molto le case vacanza per i lavoratori statali.
gli unici turisti che danno fastidio e negli ultimi anni sono anche mal visti sapete tutti chi sono.
ciao raga.


Generalmente i "turisti che danno fastidio" sono quelli che $pendono poco o GNENTE... ma per attrarre turismo di altro tipo servono strutture che, attualmente, in tutte le playas del est Habana NON esistono
Gli hotel della zona non meriterebbero neanche 2 stelle Twisted Evil

Gli stranieri che hanno investito in case e negocios danno pure fastidio? Non fanno girare fula$?

Io dico che Guanabo e dintorni, per le caratteristiche di spiaggia/mare non sarà mai molto gettonata dal turismo familiare venuto da fuori...e forse neanche piú dai nuovi ricchi cubani
_________________
IL PIACERE DI INFORMARE, DI INFORMARSI, DI CONDIVIDERE
CUBAFACILE.COM
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato MSN
mandrak79



Registrato: 28/04/17 02:02
Messaggi: 545

MessaggioInviato: Ven 23 Feb 2018 - 23:01     Oggetto: Rispondi citando

Gli Olandesi magari dopo i Cayos inizieranno a lavorare a Guanabo e dintorni

http://www.cubadebate.cu/especiales/2018/02/22/la-recuperacion-de-playas-en-cuba/#boletin20180222
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Cubafacile - Il Forum di Cuba e della sua gente -> Tematiche generali Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi