Cubafacile -  Il Forum di Cuba e della sua gente
Facebook
Twitter
Gplus
RSS

IL LUOGO DOVE SI PARLA DI CUBA E LA SUA GENTE
 

Nessuno regala più niente a Cuba



 
Nuovo argomento   Rispondi    Cubafacile - Il Forum di Cuba e della sua gente -> Tematiche generali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Bonvys79



Registrato: 07/10/14 09:30
Messaggi: 3284

MessaggioInviato: Mer 28 Giu 2017 - 17:15     Oggetto: Nessuno regala più niente a Cuba Rispondi citando

L'anno scorso il pil dell'isola è diminuito dello 0,9%


di Andrea Brenta


Nessuno regala più niente a Cuba. Il Venezuela è con l'acqua alla gola e Cina e Russia non fanno sconti.

«Cuba non troverà un altro partner strategico come l'Unione sovietica o il Venezuela», osserva Carmelo Mesa-Lago, professore emerito dell'università di Pittsburgh.

La solidarietà dell'ex blocco comunista non esiste più.



E la Cina non fa regali: per quanto riguarda gli scambi con l'isola caraibica l'ex Celeste impero ormai obbedisce alle norme del mercato internazionale.

Stesso discorso vale per la Russia. «Cuba vuole che noi forniamo petrolio e derivati, ma il problema è il finanziamento», ha detto il ministro russo dell'energia, Alexander Novak.

Intanto lo scorso anno Cuba ha conosciuto la sua prima recessione (-0,9%) da 23 anni a questa parte. La decrescita, il deficit di bilancio e il crollo del commercio estero si spiegano ampiamente con la concentrazione degli scambi con due paesi, il Venezuela e il Brasile, che conoscono anch'essi una forte recessione.

Inoltre la proprietà privata continua a fare paura. Cuba si trova nel bel mezzo di una transizione tra un'economia completamente di stato e un'economia mista con la partecipazione di capitali stranieri. Nei giorni scorsi il vice presidente del parlamento, Marino Murillo, considerato lo «zar delle riforme economiche», ha annunciato che «la concentrazione della proprietà e della ricchezza non sarà autorizzata, nemmeno se si favoriscono forme di gestione private».

Un orientamento lungi dal rassicurare il settore privato, in piena espansione. Un terzo della popolazione attiva non dipende più infatti dallo Stato-padrone, grazie allo sviluppo del lavoro in proprio. Autorizzato per 200 attività, quest'ultimo resta però vietato per medici, avvocati, informatici, architetti e giornalisti.

A questo si aggiunge il balzo dei prezzi dei prodotti agricoli, mentre la riforma dell'agricoltura stenta a decollare. E la produzione non è in grado di ridurre la dipendenza dell'isola dall'importazione di derrate alimentari. «La terra è data in usufrutto, ma non si vende: essa resta di proprietà di tutto il popolo rappresentato dallo stato», sottolinea Murillo. «Noi manteniamo la proprietà sociale dei mezzi di produzione e le persone li amministrano».

Ma quello che preoccupa di più gli economisti è l'insufficienza degli investimenti stranieri, e quindi della formazione del capitale fisso. «Non basta avere una buona legge», osserva Antonio Romero, decano dell'università dell'Avana. «Gli investitori hanno altre esigenze per quanto riguarda le regole del mercato, le infrastrutture, il sistema finanziario o la connettività». E a Cuba «la burocrazia è travolgente».
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato
Bonvys79



Registrato: 07/10/14 09:30
Messaggi: 3284

MessaggioInviato: Mer 28 Giu 2017 - 17:16     Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Nessuno regala più niente a Cuba


Leggendo il titolo mi è venuto in mente il ragio Very Happy
Inizio Pagina
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Cubafacile - Il Forum di Cuba e della sua gente -> Tematiche generali Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi